Farmacia Frezzato

Lavagna, Italia. 2019


L'illuminazione nel retail è contraddistinta da metodologie applicative che rendono questi luoghi tutti uguali, dove la luce è elemento funzionale al vedere bene ma non partecipa alla creazione del mood idoneo per l'immersione del cliente nell'esperienza di vendita del brand.

La luce può con semplicità e facilità identificare un marchio, senza dover ricorrere a metodi comunicativi oramai superati. La luce, se ben governata, altera la percezione dello spazio, e permette di muovere, guidare e indirizzare le persone dove si meglio crede per comunicare al meglio il brand e indurre ad azioni la clientela, senza forzature o metodi di vendita invadenti e fastidiosi.

Questo approccio, già utilizzato per altri luoghi commerciali dal Romano Baratta Lighting Studio, trova nel caso della Farmacia Frezzato un esempio di passo in avanti e di concentrazione di questi elementi.

Ci sono differenti livelli applicativi della luce che orchestrati assieme hanno permesso di ottenere una sinfonia luminosa che è stata evidente alla clientela. Hanno trovato nel nuovo allestimento della farmacia una esperienza differente rispetto allo standard che si riscontra in questi negozi.

Le farmacie, oggi, non sono più vendita esclusiva di farmaci, ma sono sempre più vendita di tanti altri prodotti utili al benessere psico-fisico, nonché alla bellezza del corpo e luogo di consulenze per il vivere bene. Basare l'illuminazione su questa caratteristica commerciale è fondamentale per evolvere lo store. Non bastano le nuove tecnologie, nuovi display, nuovi sistemi di automazione, ma è fondamentale utilizzare nuove metodologie di percezione visiva, sfruttando al meglio la vista che rimane il senso principe della vendita.

Fondamentale nell'esaltazione del'esperienza di acquisto è stata la valorizzazione dell'architettura e dell'arredo disegnati da Planners One. Potenziare le dinamiche di movimento nell'area vendita con la luce è importantissimo per facilitare gli utenti negli acquisti.

Ad una illuminazione funzionale che permettesse di vedere bene i prodotti esposti, fondamentale per una buona lettura del packaging, sono state contraddistinte le differenti aree con una luce che marcasse la tipologia merceologica, mediante l'utilizzo di temperature di colore differente, distribuzione della luce e utilizzo di sottolineature di colore. Una composizione metrica di chiari e scuri e degradazioni.

A questi due layers si è sovrapposto un livello innovativo: dinamico-comunicativo basato sull'uso di incassi motorizzati in/out. La luce in movimento non come semplice attrattiva dinamica, ma come comunicazione sottile e basica. La luce, muovendosi, permette alla clientela di comprendere al volo i prodotti nuovi, e in base alle ore del giorno sfruttare la forza espressiva del colore per marcare le aree dove poggiare lo sguardo indicando i prodotti da osservare, differenti durante l'arco della giornata. Il colore è utilizzato in molteplici modalità: decorativo, espressivo, comunicativo e per identificare l'area cosmesi percettivamente, sfruttando il colore magenta che psicologicamente e simbolicamente è legato, in occidente, al mondo femminile.

Ultimo layer l'aspetto decorativo, mai presente nelle farmacie, e comunque raro anche negli altri store, ottenuto mediante la composizione di lampade che impreziosiscono l'architettura in un dialogo formale e ritmico che aiutano a delineare le stesse differenti aree e se accese a comprendere se le sale funzionali sono usufruibili.

La luce bianca è presente in due differenti temperature. 3000K per i prodotti esposti e 2200K per le sorgenti decorative d'ambiente e per demarcazione delle aree. La presenza di queste due temperature di colore del bianco e la luce colorata, magenta e blu permettono di ottenere differenti livelli prospettici percettivi tale da rendere l'ambiente dinamico, oltre che aumentarne visivamente il volume.

Luce dove serve, come serve e quando serve, ma soprattutto una luce che racconta e comunica. Non banale e sempre uguale ovunque.

I livelli:
Funzionale
merceologico
espressivo
simbolico
dinamico-comunicativo
decorativo

Client: Farmacia Frezzato
Location: Lavagna. Genova. Liguria
Interior Design: Planners One Srl
Photo: © Gaia Cambiaggi

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design

Farmacia Frezzato | lighting design




FFF. Multiplicity Shape of Fire L'Elisir d'Amore



lighting experience - lighting storytelling - identity lighting
lighting marketing - light art - lighting design - daylight project & researches
lighting branding strategy - user experience design - climatic design - climate art
unconventional experience - lighting adventures stories - lighting immersion
lighting relations adventure - urban lighting plan - human centric lighting




web design